Il cappello a punta. L'ebreo medievale nello specchio dell'arte cristiana

Il cappello a punta. L'ebreo medievale nello specchio dell'arte cristiana

Naso adunco, capelli ricci neri, bassa statura, barba folta, lunghi boccoli... la figura dell'ebreo, dalle caratteristiche fisiche volutamente accentuate fino alla caricatura da una precisa e martellante iconografia cristiana, è divenuta nel corso del tempo stereotipo di avarizia e di doppiezza malvagia. Bernhard Blumenkranz usa l'arte cristiana medievale come uno specchio in cui si riflette questo ebreo stereotipato, per ricostruire genesi e sviluppi dell'antisemitismo cristiano. Il libro è un viaggio attraverso la mentalità medievale espressa con una ricchissima documentazione iconografica.

Il vocabolo originariamente significava anche 'corteccia', ma visto che era un.

Lo dico con la morte nel cuore, ma questo Papa m’inquieta. M’inquieta il suo estremismo ideologico, l’assenza di profondità con cui sembra. Il vocabolo originariamente significava anche 'corteccia', ma visto che era un. Lo dico con la morte nel cuore, ma questo Papa m’inquieta. Etimologia del termine. La parola italiana libro deriva dal latino liber. Lo dico con la morte nel cuore, ma questo Papa m’inquieta. Il vocabolo originariamente significava anche 'corteccia', ma visto che era un. M’inquieta il suo estremismo ideologico, l’assenza di profondità con cui sembra. Lo dico con la morte nel cuore, ma questo Papa m’inquieta. Etimologia del termine.

La parola italiana libro deriva dal latino liber. Etimologia del termine. M’inquieta il suo estremismo ideologico, l’assenza di profondità con cui sembra. M’inquieta il suo estremismo ideologico, l’assenza di profondità con cui sembra. La parola italiana libro deriva dal latino liber. Etimologia del termine. Il vocabolo originariamente significava anche 'corteccia', ma visto che era un. La parola italiana libro deriva dal latino liber.