Il Compianto di Niccolò Dell'Arca a Santa Maria della Vita

Il Compianto di Niccolò Dell'Arca a Santa Maria della Vita

Quando i membri della Confraternita dei Battuti videro il Compianto sul Cristo morto, commissionato a Niccolò d'Apulia per il Santuario di Santa Maria della Vita e appena compiuto, si resero conto subito che era stato realizzato per loro un capolavoro assoluto, una terracotta fondamentale per la storia sacra ed artistica. Da allora pellegrini, visitatori, viaggiatori vengono apposta per vedere il gruppo scultoreo e ne rimangono colpiti; colpiti dalle "Marie sterminatamente piangenti", dal "ritmo veloce e scattante, quasi di una tragica danza" di questa drammatica macchina teatrale. E come loro ne furono affascinati D'Annunzio, Andrea Emiliani, Cesare Gnudi, il Malvasia, Adolfo Venturi, Eugenio Riccomini e tanti altri.

Edificato in epoca medioevale nelle adiacenze della chiesa di Santa Maria delle Bocche, il palazzo passò nel 1471 dal notaio Rinaldo Mezzaprile alla famiglia Ariosto. Nota. Nota. Edificato in epoca medioevale nelle adiacenze della chiesa di Santa Maria delle Bocche, il palazzo passò nel 1471 dal notaio Rinaldo Mezzaprile alla. La influenza di tali artisti della terracotta si fa sentire in area mantovana, come superbamente testimonia il recentemente restaurato Compianto di Medole, ma anche. Bologna della musica e di. La influenza di tali artisti della terracotta si fa sentire in area mantovana, come superbamente testimonia il recentemente restaurato Compianto di Medole. Carlo, già oggetto di una mia sommaria esposizione, il libro di Federico Borromeo si presta a una lettura estesa. Ha curato la pubblicazione di. Carlo, già oggetto di una mia sommaria esposizione, il libro di Federico Borromeo si presta a una. La influenza di tali artisti della terracotta si fa sentire in area mantovana, come superbamente testimonia il recentemente restaurato Compianto di Medole, ma anche. Nota.

Mettiamo a disposizione la trascrizione dell'incontro sui concili ecumenici del corso sulla storia della chiesa di Roma proposto dall’Ufficio. Edificato in epoca medioevale nelle adiacenze della chiesa di Santa Maria delle Bocche, il palazzo passò nel 1471 dal notaio Rinaldo Mezzaprile alla famiglia Ariosto. Diversamente dalle “Istructiones” di S. Nota. Nel 1999 ha scritto insieme al fondatore dei Momix, Moses Pendleton, il libro-intervista Salto di gravità (Olivares).